mercoledì 23 febbraio 2011

APRITI SESAMO! ...OVVERO GOMASIO HOMEMADE

Da quando ha aperto un negozio Natura Sì relativamente vicino a casa sono diventata vegetariana e cerco alimenti alternativi per assumere alcuni principi nutritivi, sto scoprendo un sacco di preparazioni gustose che nemmeno mi immaginavo!
Alcune cose le compro già fatte, mentre altre le preparo io a casa perchè sono davvero semplicissime (se non mi lascio prendere dalla pigrizia...). Una cosa che a casa mia non manca mai e di cui sono completamente addicted è il gomasio....lo spargo ovunque!
La ricetta è semplicissima e ha solo due ingredienti: semi di sesamo e sale.

Basta tostare i semi di sesamo a fuoco lento in una padella fino a quando i semi iniziano a sfarinarsi. Dovete tenere la fiamma bassa, rigirarli spesso e fare attenzione a non bruciarli. Poi si fa tostare un pò il sale (io uso sale marino fino integrale) fino a farlo scurire leggermente. Infine si pesta il sesamo e il sale in un mortaio (meglio se avete un suribachi...ma se avete fretta potete anche frullarlo), ma senza polverizzarlo troppo...io preferisco quando il sesamo rimane un pò grezzo.
Si conserva in un barattolo di vetro.
La proporzione tra sesamo e sale non segue una regola fissa, dipende dai gusti e dalle esigenze...si va da un minimo di 7 ad un massimo di 20 parti di sesamo per ogni parte di sale (io solitamente li metto in proporzione 10-12:1). Inoltre, potete arricchirlo di gusto aggiungendo alghe (spirulina) oppure semi (a me piace con i semi di canapa o con i semi di lino), ma se siete pigri come me lo potete trovare già "addizionato" da Natura Sì.
Perchè usarlo?
...perchè è buonissimo...perchè sta bene su tutto...perchè esalta il sapore di piatti semplici...perchè è buonissimo spolverato sulle verdure bollite, sulla pasta in bianco o nell'insalata...perchè vi farà utilizzare molto meno sale e scoprirete che alcuni alimenti hanno dei nuovi sapori...perchè potete metterlo su del pane tostato con un pò di olio e avrete preparato un gustoso antipasto in pochissimi minuti...perchè lo potete preparare in casa in pochissimo tempo...perchè lo potete personalizzare aggiungendo alghe o altri semi come più vi piace...perchè è ricchissimo di calcio, di antiossidanti, di proteine, di vitamine (D ed E), stabilizza il livello di sodio e potassio nel sangue e aiuta a regolare la funzione intestinale...

...allora, vi ho convinti?!

16 commenti:

  1. stavo giusto pensando a come farlo in casa, visto che qualcuno (mio marito) settimana scorsa ha fatto cadere il barattolo di vetro e sono rimasta senza, oggi ero giusto al natura sì e pensavo... xké comprarlo? alla fine il sesamo e il sale marino a casa mia non mancano mai... grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  2. Un bellissimo post e interessante la ricetta!!! Bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Amo il Gomasio..anzi, adesso che ci penso è da un po' che non lo faccio...urge rimedio!!!

    RispondiElimina
  4. Ecco il gomasio mi manca...ora lo alluzzerò con più attenzione quando tornerò nel mio bionegozietto del cuore.
    Baci

    RispondiElimina
  5. Buongiorno lo uso spesso quindi prendo la tua ricetta per farlo in casa, grazie ciao

    RispondiElimina
  6. piacere tutto mio e ti seguo suuuper volentieri!
    devo ancora conoscere il gomasio... quale occasione migliore il giorno prima della spesa :D

    RispondiElimina
  7. Ma tu sai che quest'estate l'ho fatto provare ai genitori del mio compagno e adesso pure loro se lo fanno in casa e lo usano al posto del sale!!!*___* !!!^__^ un bacione!

    RispondiElimina
  8. idem, preciso, uguale.
    il gomasio mi crea dipendenza e lo sparpaglio come insaporitore ovunque, mi manca da metterlo nel latte di soja.....
    lo faccio in casa anch'io così posso dosare la salinità a mio piacere.
    il prossimo passo sarà fare il tofu :))
    B.

    RispondiElimina
  9. conoscevo questo gomasio solo di nome ma nn l'ho mai assaggiato.
    però mi hai incuriosito parecchio, mi piace provare nuovi sapori in cucina.
    la prossima volta che vengo da te con le kenze me lo fai assaggiare vero??
    :-P

    RispondiElimina
  10. Ciao,piacere di conoscerti,complimenti per il tuo blog,veramente molto bello,da la sensazione scorrendo le pagine di aver aperto una finestra dalla quale entri aria fresca.Brava.Foto splendide.
    Per il gomasio ne avevo sentito parlare ma non l'ho mai usato,colgo l'occasione con il tuo post.
    Ti seguo ,cosi non mi perdo nulla.
    Un saluto e una buona giornata.
    Se ti va di passare da me ti aspetto.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  11. Wowo adoro il gomasio! Poi homemade è il top!

    RispondiElimina
  12. @ Walrus: esatto...è proprio quello che ho pensato io quando sono rimasta senza!
    @ Lady Boheme: grazie!
    @ Francesca: buona idea, mai rimanere senza!
    @ Pagnottella: cercalo, vedrai che ti piacerà...e poi fammi sapere!
    @ Stefania e Morena: brave!
    @ Kia: anch'io sto facendo pubblicità in famiglia... ;-)
    @ B.: io invece vorrei cimentarmi nel seitan...
    @ Mora Kenza: eh eh eh...allora il prossimo brunch lo facciamo a casa mia! :-)
    @ Mousse: grazie mille...sei davvero gentile!
    @ Sheekkaballah: ;-)

    RispondiElimina
  13. www.terraemadre.com1 marzo 2011 22:32

    Fantastico il tuo blog! Ti seguirò.
    Ti invito da me.
    Ciao

    RispondiElimina
  14. Piace molto anche a me il gomasio... vado pazza per il sesamo!

    Brava!!

    RispondiElimina
  15. Ciao cara Sara! Prima di tutto complimenti, davvero di cuore, per il tuo splendido blog!!!! Poi posti questi biscotti stratosferici, quindi non posso non seguirti e non amarti!!!! ;-) Un bacione

    RispondiElimina
  16. Buongiorno,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine del nostro magazine Cucina e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    silvia [at] paperblog.com
    Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
    http://it.paperblog.com

    RispondiElimina